Nel corso di un recente convegno sulla sicurezza è stato affermato che il 90% delle società quotate alla Borsa italiana è a forte rischio di subire intrusioni e spionaggio industriale; una reale minaccia che può incidere sulla competitività e comportare consistenti perdite al sistema produttivo. E’ stato altresì rilevato che il livello di sicurezza delle Pmi italiane è estremamente basso e ciò è dovuto alla relativa indifferenza con cui s affronta il tema sicurezza soprattutto informatica. Considerati i gravi rischi cui sono esposte, le aziende devono imparare a “difendersi” attuando una adeguata attività di prevenzione che deve investire anche sulla formazione del personale nello specifico settore.

I RISCHI DELLE AZIENDE


Per mezzo di dispositivi elettronici, comunemente chiamati MICROSPIE, della grandezza di pochi centimetri e facilmente occultabili, possono essere “rubati” dati sensibili, frutto di anni di lavoro, nonché acquisiti fraudolentemente informazioni riservate sulle strategie/progetti aziendali e sulla privacy personale e aziendale.

LE ATTIVITA’ DI PREVENZIONE E CONTRASTO IN DIFESA DELLE AZIENDE E DEI PRIVATI 

Per prevenire/contrastare i rischi accennati la nostra azienda è in grado di:

  • localizzare MICROSPIE - RF, microspie telefoniche, microspie GSM, microspie laser, microspie ad onde convogliate, microregistratori audio e video microspie GPS e localizzatori auto, microcamere nascoste (cablate e wireless);

  • rilevare eventuali software spy (programmi per spionaggio), comunicazioni ed INTERCETTAZIONI in atto su apparecchi fissi, cellulari GSM e UMTS.

  • effettuare PERIZIE su cablaggi sospetti e su eventuali dispositivi rinvenuti nonché operazioni di BENCHMARKING (verifica) su interventi svolti da terzi su impianti elettrici ed elettronici;

  • predisporre “AMBIENTI DI LAVORO SICURI DA ASCOLTI INDESIDERATI” ( es. sale riunioni) sia all’interno dell’azienda sia all’esterno;

  • effettuare ISPEZIONI su personal computer per la ricerca di PROGRAMMI SPIA e/o attività antiprivacy, ricostruzione fedele di attività svolte su PC con TRACING (tracciamento) indicativo del profilo utente, recupero dati cancellati da hard disk, floppy disk e recupero password e, ove possibile, difesa dei dati informatici, criptazione anche steganografica di testi e immagini.

  • progetta e realizza SISTEMI ANTIRAPINA , ANTINTRUSIONE ED ANTISEQUESTRO DI PERSONE con telegestione a distanza di tutte le operazioni, teleallarmi e telecontrolli, tvcc, videoregistrazione digitale sistemi di controllo remoto, controllo biometrico agli accessi, impianti centralizzati.

OSCOR 5000 Professional R.F. detector microspie.


La valigia contiene un sofisticato sistema in grado di analizzare lo spettro delle frequenze e in tempo reale fare la cernita dei segnali irradiati negli ambienti sottoposti a bonifica ambientale. Nel caso venisse rilevata una trasmissione anomala o sospetta (una microspia ambientale) e’ possibile triangolarne la posizione per un facile e veloce repertamento. L’ Oscor consente di individuare qualsiasi tipologia di trasmettitore compresi i trasmettitori più avanzati come quelli Frequency-Hopping, Burst e Spread Spectrum. Con questo rilevatore di microspie professionale e’ possibile eseguire in breve tempo bonifiche ambientali anche in spazi molti ampi o in uffici di piu’ piani. Questo garantisce tempi rapidi di intervento e costi competitivi.

Kit bonifica R.F. microspie CPM700.


Il CPM-700 è un ricevitore a banda larga per il rilevamento e la localizzazione di dispositivi intercettatori (bug). Il dispositivo ha due modalità di rilevamento: ricerca e monitoraggio . In modalità ricerca, il ricevitore esegue la scansione dell'intero spettro di frequenze per i bug RF, utilizzando una delle sonde RF / LF collegate alla presa PROBE in alto a destra del pannello frontale.
Una volta che una stanza viene spazzata, l'unità può essere impostata per monitorare -mode e la soglia è regolata in modo che l'allarme sia silenzioso. Ogni volta che qualcuno porta un nuovo dispositivo intercettatore nell'area, o quando un dispositivo a controllo remoto o temporizzato diventa attivo, questo farà scattare l'allarme acustico. Qualsiasi dispositivo intercettatore trovato, sarà ascoltato attraverso l'altoparlante incorporato o, meglio, tramite le cuffie collegate.
Oltre all'utilizzo di una delle sonde per rilevare i segnali RF, il CPM-700 può anche essere utilizzato per controllare qualsiasi tipo di cavo per problemi acustici (audio) o carrier usando l'ingresso AUX sul lato destro.
Questo può essere usato, ad esempio, per controllare le linee telefoniche analogiche (PSTN).

Il SuperBroom R.F. della Audiotel International è un ricevitore di giunzioni non lineari specifico per l'identificazioni di trasmettitori clandestini non in funzione e/o spenti e scollegati dall'alimentazione (elettrica e/o a batteria) all'interno di superfici. Il rilevamento giunzione non lineare (NLJD) consente a SuperBroom di identificare una gamma completa di dispositivi elettronici, discriminando tra segnali dannosi e naturali.

L'ultima novità nella gamma Scanlock della Audiotel International:
Ricevitore per la controsorveglianza elettronica, adatto alla protezione delle sale riunioni contro la minaccia rappresentata dai dispositivi di sorveglianza nascosti. L'analisi del segnale in tempo reale consente una reazione rapida alle minacce identificate.

 

Contattaci!

Via Pisana, 19, 56025 Pontedera PI, Italy - matex@micso.net -

+39 0587 54024 - +39 335 314926

©2019 by Matex Elettronica